PITECUS

TEATRO

DOMENICA 30 DICEMBRE ORE 21.00

CHAPITEAU, PIAZZA GRADENIGO – ANTONIO REZZA E FLAVIA MASTRELLA

 

di Flavia Mastrella, Antonio Rezza/con Antonio Rezza/quadri di scena Flavia Mastrella/(mai) scritto da Antonio Rezza/assistente alla creazione Massimo Camilli/disegno luci Daria Grispino/organizzazione generale Stefania Saltarelli/macchinista Andrea Zanarini

 

Prima che l’uomo canti due volte e rinneghi il suo spirito libero, lì, a contatto di gallo, l’uomo alzerà gomito e cresta e cozzerà le sue basse ambizioni contro un soffitto di inutile speranza.

Antonio Rezza e Flavia Mastrella un combinato artistico inimitabile nel panorama teatrale contem- poraneo, sono i Leoni d’oro alla carriera per il Teatro Biennale di Venezia 2018. Pitecus racconta storie di tanti personaggi, un andirivieni di gente che vive in un microcosmo disordinato: stracci di realtà si susseguono senza filo conduttore, sublimi cattiverie rendono comici ed aggressivi anche argomenti delicati. Non esistono rappresentazioni positive, ognuno si accontenta, tutti si sentono vittime, lavorano per nascondersi, comprano sentimenti e dignità, non amano, creano piattume e disservizio. I personaggi sono brutti somatica- mente ed interiormente, sprigionano qualunqui- smo a pieni pori, sprofondano nell’anonimato ma, grazie al loro narcisismo, sono convinti di essere originali, contemporanei e, nei casi più sfacciati, avanguardisti. Parlano un dialetto misto, sono molto colorati, si muovono nervosi e, attraverso la recitazione, assumono forme mitiche e caricatura- li, quasi fumettistiche. Pitecus si scaglia contro la cultura dell’assopimento e della quiescenza creativa.